La Pro Loco di Civitella Marittima

La Pro-loco di Civitella M.ma si è costituita legalmente nel 1998 con lo scopo di realizzare iniziative atte a favorire la promozione del territorio. Prima, infatti, era il Comitato rionale che organizzava manifestazioni all’interno della “Sagra dell’alta Maremma” gestita dall’Unione Sportiva. Proprio per distinguere gli scopi fra L’Unione Sportiva e questo comitato è nata la Pro-Loco. Nei primi anni la Pro-Loco organizzava solo la Sagra che nel tempi ha cambiato nome. Infatti è nata come sagra dell’acqua cotta e del pollo ruspante, oggi, invece, sotto il nome “Sagra dell’alta Maremma “vengono presentati tutti i piatti del nostro territorio: cinghiale, tortelli, pinci, acqua cotta e i ciambellini co’l’unto, biscotti tipici di Civitella, chiamati così perché l’ingrediente principale è lo strutto di maiale. All’interno della sagra si corre anche il palio rionale dei carretti, dove i piloti dei tre rioni Maremma, Centro e Periferia, si contendono il palio che consiste in un piatto dipinto da un artista locale. Da qualche anno si corre anche il mini palio riservato ai bambini dai 6 ai 14 anni, i più entusiasti di questa gara. Oggi il nostro consiglio è formato da solo 7 membri in quanto pensiamo che lo scopo principale della Pro-Loco sia non solo quello di organizzare, ma coinvolgere i cittadini nelle varie manifestazioni. Ecco perché è nata l’Ecosfilata “Raccatto-Riaggeggio-Riaddopro”, una sfilata di moda dove i vestiti sono realizzati da un gruppo di persone impegnate quasi tutto l’anno, che, aiutate dalla popolazione, raccoglie il materiale di recupero per realizzare abiti che indosseranno modelle del paese. Nel 2012 abbiamo partecipato anche a “Festa Ambiente” e quest’anno proporremo la quarta edizione nell’ambito della sagra dell’alta Maremma. A Novembre poi c’è la festa del “Buco unto”, cioè dell’olio e del vino nuovo, la festa più sentita dagli abitanti di Civitella, perché riporta i paesani a quando aspettavano il momento della raccolta e della lavorazione prima del vino novello e poi dell’olio “ novo”. Proprio per coinvolgere in prima persona i cittadini è stato istituito un concorso fra i produttori artigianali del paese, del “miglior vino novello”, una gara particolarmente sentita dai nostri produttori che saranno giudicati sulla loro produzione. L’olio in particolare è il prodotto tipico del paese, infatti prima a Civitella c’erano cinque frantoi, oggi ce n’è solo uno: il “Frantoio delle colline ardenghesche” che insieme alla Pro-Loco organizza questa festa. Tutte le manifestazioni si svolgono nel centro sotrico del paese, perché uno degli obiettivi è quello di far conoscere il nostro paese.

Gentili Catia

partenza dei carretti